Condividi
12 Marzo, 2023

Genitori non arrendetevi!

L'iter adottivo non ha spesso i tempi che desidereremmo ma "ogni giorno dedicato all’adozione è un giorno ben speso"
ItaliaAdozioni
insieme a favore di una migliore cultura dell'Adozione e dell'Affido

Quanto tempo occorre per adottare? Una volta compreso che si desidera essere genitori e deciso che l’adozione sia la strada da percorrere, inizia un percorso che ha un tempo indefinito. Si attende e si spera, si attende e ci si scoraggia, si attende e si lotta, si attende e si fantastica, si attende e ci si arrabbia, etc. Nell’attesa si provano tutte le emozioni e a volte i tempi sono umanamente impossibili, soprattutto perché si è impotenti, ma come racconta questa testimonianza ” ogni giorno dedicato all’adozione è un giorno ben speso”. Mai arrendersi!

L’esperienza dell’adozione è stata la cosa più bella ed importante della nostra vita, abbiamo conosciuto e scoperto un mondo pieno di sensazioni, di sentimenti forti, di bellezza e di vera umanità.

Abbiamo conosciuto Sara, nostra figlia, in un istituto assieme ad altri piccoli ospiti della struttura, abbiamo frequentato educatori speciali, veri dispensatori di affetto, ci siamo buttati a capofitto in questa esperienza e il contatto con questi cuccioli di uomo ci ha fatto capire la bellezza dell’umanità e la necessità assoluta dell’affetto e dell’amore, intesa come principale fonte energetica del mondo intero.

Nostra figlia e tutti gli amici suoi che abbiamo conosciuto, ci permette di gustare le gioie e gli affetti della vita tutti i giorni, di dare valore al quotidiano, di assaporare le gioie e di saper affrontare le delusioni. Si perché il percorso non è stato facile, ci sono stati imprevisti (quelli ci sono sempre) e ci sono stati momenti difficili, per esempio il percorso di adozione che sapevamo fosse a rischio giuridico, ad un certo punto è stato interrotto: fine degli appuntamenti e impossibilità di vedere Sara, senza sapere fino a quando e senza sapere se ci sarebbe stato consentito di riprendere a vederla; ci sono state situazioni complicate e spesso quasi inaccettabili, come per esempio non poter far sapere a Sara che la sospensione degli incontri non era determinata da una nostra scelta, ma che questo comportamento ci era stato imposto,  ma il desiderio e la determinazione a non mollare hanno prodotto questo risultato straordinario e meraviglioso che ora è realtà.

In alcuni momenti ci siamo scoraggiati, ma ci siamo sempre guardati negli occhi con la certezza che l’esperienza passata fino a quel momento avrebbe comunque rappresentato un aspetto positivo, insomma ci siamo detti io e mia moglie più volte: “Comunque vada a finire, ne è ugualmente valsa la pena!!”.

Questa serenità ci ha fatto lottare per sette lunghi anni prima di ottenere l’adozione definitiva, quindi, cari genitori, mai perdere la speranza e siate consapevoli che ogni giorno dedicato all’adozione è un giorno ben speso, a prescindere dal risultato.

Giammarco Cecconi

(C)ozzì è la vita, G. Cecconi,  LA Edizioni, 2021

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli