Condividi
04 Ottobre, 2022

Concorso nazionale “L’adozione fra i banchi di scuola”

Sei un insegnante, uno studente o un genitore con figli in età scolare? Partecipa con la tua classe!

Perché si propone il concorso nazionale “L’adozione fra i banchi di scuola”?

L’obiettivo è quello di favorire una migliore cultura dell’Adozione fin dai banchi di scuola, superando stereotipi e pregiudizi.

Parlare di Adozione significa affrontare tematiche trasversali a tutte le discipline significative nell’ambito dell’educazione alla cittadinanza quali accoglienza, inclusione, valorizzazione delle reciproche diversità.

Posso iscrivere la mia classe?

Certamente! Non c’è un termine per l’iscrizione, ma solo una scadenza per l’invio dell’elaborato finale, fissata per il 31 marzo 2024.

Il concorso è rivolto a tutte le classi delle scuole, statali e paritarie, del territorio nazionale ed è articolato in quattro categorie:

  • Scuola dell’Infanzia
  • Scuola Primaria
  • Scuola Secondaria di primo grado
  • Scuola Secondaria di secondo grado

Fino a quando è possibile iscriversi?

L’iscrizione non ha scadenze ed è sempre possibile iscriversi compilando un veloce MODULO ON LINE.

Il termine per la consegna degli elaborati è fissato in data 31 marzo 2024. Per motivi organizzativi entro tale data tutti gli elaborati in concorso dovranno essere arrivati presso la sede di ItaliaAdozioni, corredati da una SCHEDA DI PRESENTAZIONE che permetterà ai giurati di comprendere pienamente il percorso intrapreso in classe .

La classe che partecipa dovrebbe necessariamente includere un alunno che è stato adottato?

No. Il tema dell’inclusione, dell’accoglienza, dell’accettazione, il rispetto delle diversità e delle molteplici forme di legami familiari riguarda tutti. ItaliaAdozioni vuole raggiungere proprio chi di adozione non ha esperienza diretta per far conoscere e condividere le peculiarità e i valori che fanno parte di questo percorso che porta alla nascita di una famiglia.

In presenza di alunni che sono stati adottati si ritiene di primaria importanza confrontarsi con la famiglia prima dell’eventuale avvio delle attività.

Nelle scorse edizioni questa iniziativa è diventata opportunità per dare voce a quegli alunni che avevano voglia di raccontarsi e condividere la loro storia di adozione, ma ci sono altri che non hanno piacere di farlo o per i quali non è il momento e su questo aspetto va posta grande attenzione.

Da dove partire per parlare di Adozione in classe?
La tematica dell’adozione ben si inserisce nella programmazione didattica della scuola dell’infanzia e primaria in quanto frequentemente si parla di nascita e di famiglia in ambiti e discipline differenti; anche alla scuola secondaria di primo e secondo grado i docenti possono trovare gli opportuni agganci per parlarne attraverso una lettura, un tema, un dipinto per introdurre l’argomento ed avviare un confronto.

Per una conoscenza più approfondita della tematica, i docenti possono consultare anche i materiali presenti nel sito dell’associazione.

Inoltre, per qualsiasi ulteriore necessità o chiarimento lo staff ItaliaAdozioni sarà sempre disponibile tramite la e-mail dedicata concorso.italiaadozioni@gmail.com o sui social network, in particolare nella pagina facebook dedicata al concorso.

Quali elaborati sono ammessi?

Disegni, elaborati artistici, racconti, progetti, prodotti interattivi e multimediali. Leggi il BANDO

Vuoi dare un’occhiata ai lavori in concorso nelle scorse edizioni? Visita il nostro canale Youtube o la pagina Facebook dedicata al concorso.

Cosa vincono le classi che si classificano prime nella loro categoria?

Dopo stampanti 3D, libri per la biblioteca, materiale per la palestra, laboratori e viaggi d’istruzione il PREMIO di questa nuova edizione sarà certamente speciale per tutta la classe!

Concorso nazionale “L’adozione fra i banchi di scuola” a.s. 2023/2024– nona edizione

BANDO

MODULO D’ISCRIZIONE