Condividi
21 Marzo, 2023

Oblio oncologico, Autorità garante infanzia: “Segno di civiltà, ma cautela nei casi di adozione”

“Chi ha avuto un tumore ed è guarito può adottare un bambino?” La questione è stata al centro di un’audizione dell’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza Carla Garlatti.

“Non esiste ad oggi alcun divieto di adottare nei confronti di persone che hanno alle spalle esperienze di malattie tumorali”, dice Garlatti.  “L’oblio oncologico rappresenta un segno di civiltà sotto molti punti di vista, a patto che si delinei un confine tra il rispetto dei diritti del futuro genitore e quelli del bambino in adozione che ha un trascorso di abbandono e sofferenza”.  

Leggi l’articolo