Condividi
26 Novembre, 2023

Raccontare Adozione ed Affido

Un percorso nei libri per l'infanzia
ItaliaAdozioni
insieme a favore di una migliore cultura dell'Adozione e dell'Affido

Raccontare l’Adozione

I primi libri che hanno affrontato il tema dell’adozione sono a cura di autori stranieri, tradotti in italiano, mentre per  avere un testo di autori italiani su adozione bisogna arrivare agli  anni 2000. Uno dei primi è “Mamma di pancia mamma di cuore”  di Miliotti, davvero innovativo. Da allora molto è cambiato.  I libri  pubblicati  successivamente  hanno un linguaggio più consapevole  dell’ adozione:  oggi si parla di ricerca di origini, dei  problemi e delle difficoltà che possono comparire durante l’adolescenza nei ragazzi. E’ un processo molto interessante se si pensa che solo fino alla seconda metà dell’800 non si parlava di adozione ma di “orfani affidati a”.

Prendendo spunto dal filone naturale, i primi libri per bambini che parlano di adozione hanno per protagonisti degli animali.

https://italiaadozioni.com/wp-content/uploads/2021/07/cucciolo-edited.jpg

Una storia affascinante per il modo poetico con cui è raccontata e per le delicate illustrazioni è Cucciolo dei miei sogni: racconta la vicenda di due cervi innamorati che non hanno avuto il cerbiatto tanto desiderato. Compiono un lungo viaggio attraverso il deserto, il mare e la giungla, dove notano una scimmietta sola e triste. Le dimostrano amore e così lei, fidandosi, accetta di seguirli, felice di avere dei genitori.

Ci sono poi libri che trattano l’importanza della diversità, sottolineando che non è importante essere simili per essere accettati o amati: ne è un esempio Buongiorno Postino, un racconto divertente per ridere, stupirsi, con un finale a sorpresa  dirompente e brillante. Un albo cartonato, un fumetto con grandi nuvolette e  con poche parole. Un allegro postino gira carico di pacchi da consegnare  alle coppie di animali… Tutti sono ben felici perché nei pacchi c’è sempre… un bebè! Solo i pinguini hanno una bellissima sorpresa perché, quando si schiude il guscio, salta fuori….una piccola, verde coccodrillina!

Sorpresa nel bosco è una storia tenera come un abbraccio: racconta come ogni vita sia unica e speciale e come l’amore e l’amicizia possano davvero cambiare il mondo e renderlo un posto per tutti. È un albo che si ispira a una storia vera e che affronta argomenti complessi con una leggerezza straordinaria: l’adozione e, soprattutto, l’arrivo di un figlio che richiede assistenza, attenzioni e cure particolari.  

Dalle storie con animali umanizzati passiamo a quelle dove i protagonisti sono i bambini stessi.

C’è sempre un momento in cui  bisogna affrontare richieste “particolari”: per esempio quando a scuola viene chiesto di raccontare la propria storia o di comporre il proprio albero genealogico. Qui proviamo a usare un po’ di ironia con l’albo  La Mia Famiglia: Annelì, scura di pelle, ripercorre serenamente  l’albero genealogico della famiglia che l’ha adottata:  la bimba  presenta  nonni materni e paterni e  i loro figli, tra cui i suoi genitori che l’hanno  accolta  festosamente quando è arrivata  da un Paese lontano.

 “Mamma, sono stata nella tua pancia?”: ecco la fatidica domanda.  E qui ci viene in aiuto  Mamma Di Pancia Mamma Di Cuore: mamma di cuore, Cristina, con dolcezza spiega che certe volte la mamma di pancia non può crescere il suo bambino e l’affida a persone che per lui trovano un’altra mamma. Cristina racconta a Sheffali la storia del loro incontro. Un libro  sull’adozione, che aiuta a  rispondere con tenerezza e sensibilità alle domande.

https://italiaadozioni.com/wp-content/uploads/2021/03/guarda_le_stelle.jpeg

L’attesa di diventare una famiglia non la vivono solo i genitori ma anche i figli! Viene raccontato molto bene in  Guarda Le Stelle. Un racconto emozionante dove  con garbo, delicatezza e grande sensibilità l’autore ripercorre l’intera storia  di un bambino  adottato. É come se avesse ricomposto  un puzzle dove trovano il giusto posto  tutti i tasselli della vita di un bambino: dall’abbandono all’accoglienza in famiglia e a ogni tappa è dedicata una narrazione delicata, evocativa come una fiaba. Il racconto riesce a trasmettere a chi legge la tensione e la noia che provano i bambini nell’attesa infinita per trovare una famiglia e permette così di gettare un ponte fra il suo  passato e il futuro nella famiglia adottiva.

Il Giorno Del Tuo Arrivo è  un dialogo tra una mamma, un papà  e la figlia adottiva con un narratore speciale, un coniglietto rosa con la maglietta a righe. Racconta anche il  momento  magico dell’incontro tra genitori adottivi e figli.

 L’amore Succede è un racconto capace di emozionare, che descrive il legame tra il figlio e la sua famiglia, attraverso un linguaggio  appropriato ed equilibrato. Adottare un figlio è una scelta d’amore, ma lo è anche per un bambino adottare un genitore. Quando i sogni, i desideri e le speranze si incontrano scatta una scintilla.

Raccontare l’affido

Accogliere un bambino, attraverso l’affido familiare, amare lui e tutta la sua storia, la sua famiglia, prendersene cura, è davvero un progetto d’amore  importante. Occorre però trovare le parole giuste per parlarne con i  bambini:  i libri possono aiutare. Ecco alcuni testi  che affrontano in modo lieve e garbato  l’affido familiare.

Una Vicemamma Per La Principessa Martina è una  fiaba che racconta cose importanti e difficili con parole leggere e può aiutare grandi e bambini a parlare. Una fiaba  per  i  bambini e le bambine lontani dalle loro case ma vicini con il pensiero e con il cuore ai loro genitori.

Due famiglie per Flip, scritto con estrema sensibilità, arricchito da disegni semplici e colorati, è una favola molto realistica: il coniglietto Flip, in seguito a difficoltà della madre, verrà allevato da mamma scoiattolo che si prenderà cura di lui. Non è facile parlare di argomenti simili senza sminuire la figura della mamma naturale: questo libro può essere davvero  utile per raccontare ai bambini la realtà dell’affido familiare.

Libro raffinato e tenero Mirta si fida. La famiglia Bottoni: una famiglia che accoglie. Mirta è una bambina vivace e molto curiosa ma con dei genitori che fanno fatica a prendersi cura di lei. Fino a quando Lucia, la signora dei Servizi Sociali, le spiega che presto conoscerà la famiglia Bottoni che si prenderà, insieme ai suoi genitori, cura di lei. Ruotando il libro, la stessa storia viene raccontata da due punti di vista diversi, quello della bambina affidata e quello della famiglia che accoglie.

E poi ci sono degli  albi  che davvero hanno un linguaggio nuovo, sono libri con storie universali e inclusive in cui tutti i bambini possono riconoscersi. Dove nasce l’amore è un testo breve e poetico, con bellissime illustrazioni, che parla dell’amore tra genitori e figli. Da leggere ai propri figli perché possano crescere consapevoli di essere frutto di un’autentica scelta d’amore, indipendentemente dal loro luogo di nascita.

Per concludere, Qui con te è un bellissimo albo per raccontare  l’appartenenza, l’amore e come il posto giusto per ognuno sia proprio lì dove amiamo stare.

Barbara Confortini

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli